Chiamaci 02 3656 8746
LightTopic - Cookie Law

Cookie Law

Cosa sono i cookies e a cosa servono

Quando si parla di cookie, gli utenti che navigano in rete storcono un po’ il naso. Per loro, sono soltanto una fastidiosa banda orizzontale su cui va spuntata la risposta “accetta”, il più velocemente possibile.

In realtà la normativa sui cookie, o cookie law, andrebbe analizzata in maniera più approfondita per non incappare in problemi legali. La legge sui cookie non è una prerogativa Italiana, ma è figlia di quella direttiva 2009/136/CE del Parlamento Europeo, nata con l’intento di limitare i cookie di profilazione. Questo al fine di garantire una sicurezza maggiore per la privacy degli stessi utenti connessi in rete. In Italia la normativa sui cookie è entrata in vigore nel giugno 2015.

Salvo i cookie cosiddetti tecnici, l’utilizzo di tutti gli altri tipi di cookie devono essere preventivamente accettati da coloro che navigano i più svariati siti web.

Quello che probabilmente non molti di voi sanno è che esistono tipologie di cookiedifferenti, ognuno con la sua specifica funzione e definizione.

Il Garante per la Protezione dei Dati Personali ha infatti indicato tre diversi tipi di cookie:

cookie tecnici

cookie di profilazione

cookie di terze parti

Per ognuna di queste tre categorie sono state previste regole di utilizzo ed informative differenti, che gli sviluppatori di siti internet devono rispettare.

Partiamo dai cookie tecnici.

Il cookie tecnico fa parte di quei cookie trasmessi direttamente dal gestore del sito internet, al fine del corretto funzionamento della piattaforma stessa.

A tal proposito si distinguono all’interno di questa categoria:

Cookie funzionali: pur non essendo obbligatori né essenziali, risultano comunque molto utili, perché permettono ai navigatori di stabilire alcune loro preferenze: per esempio, dalla scelta della lingua del sito internet all’identificazione dei prodotti preferiti dell’utente.

Cookie di navigazione: fondamentali e assolutamente necessari, a garanzia della corretta fruizione del sito internet. Sono utili, per esempio, per l’autenticazione ad “aree riservate” o per l’acquisto online di prodotti (da sito web o da e-commerce).

Cookie Statistici o Cookie di Analytics: rientrano nel novero della categoria dei cookie tecnici solo nel caso siano inseriti in modo diretto dal gestore della pagina web e servono per la raccolta di informazioni sull’esperienza di navigazione del sito: qual è il numero di utenti, quali pagine visitano, qual é il tempo di navigazione.

Dopo aver analizzato la prima categoria, che, ricordiamo, non necessita di alcuna accettazione da parte dell’utente, passiamo ora ai cookie di profilazione.

Secondo la normativa europea e, da giugno 2015 anche quella italiana, per questo tipo di cookie è obbligatorio il preventivo consenso dell’utente. Secondo il Garante della Privacy, questi cookie di profilazione “sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze mostrate dallo stesso nell’ambito della navigazione …”

Last but not least, abbiamo da analizzare un’ultima distinzione che riguarda i cookie di prime parti rispetto ai cookie di terze parti. Come è facile intuire, i primi sono quelli inseriti in modo diretto dal gestore del sito, mentre quelli di terze parti sono quelli che vengono trasmessi da società terze, distinte dal gestore del sito, attraverso codici appositi.

Proprio questi ultimi cookie sono quelli che destano maggiori preoccupazioni, perché al di fuori della gestione diretta del titolare del sito.

Per quanto riguarda l’informativa dei cookie obbligatoria all’interno del sito, vediamo come anch’essa sia divisa in due sottocategorie. Informativa breve, ossia il famoso banner di “dimensioni visibili” contenente alcune informazioni obbligatorie: ad esempio, avviso di utilizzo cookie di profilazione, indicazione che il proseguire la navigazione del sito ha la stessa valenza di accettazione del consenso, link alla pagina dell’informativa estesa.

Proprio quest’ultima è la seconda categoria di cui dobbiamo parlare e rappresenta una pagina dedicata, all’interno del sito internet, contenente tutti i dati richiesti dall’art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali. Ad esempio, i dati identificativi del titolare del trattamento, i diritti dell’interessato, la natura facoltativa piuttosto che obbligatoria del conferimento dei dati e altri.

Chiudiamo, ricordando che, tutti quei soggetti che utilizzano cookie di profilazione sono tenuti dalla cookie law a darne notifica al Garante della privacy. Questo ultimo obbligo non è però previsto nel caso di cookie di profilazione di terze parti, in quanto non inseriti in maniera diretta dal gestore del sito.

Attenzione, dunque, a tutte le diverse sfumature della cookie law. Le sanzioni e le multe per chi non adempie agli obblighi previsti dalle normative possono essere molto pesanti in termini economici.

Hai un progetto in mente?

Contattaci e raccontaci la tua idea